Il Fondo Finanziario Speciale per la Ricostruzione e la RIcerca Scientifica

Istituito dal Fondo Nazionale Sviluppo con decreto dirigenziale del 26 agosto 2016, ai sensi dell’art. 2645 ter Codice Civile, il Fondo Finanziario Speciale è destinato alla raccolta e alla valorizzazione di somme, valori mobiliari e dei vari asset che lo alimentano nelle modalità previste dalla legge e ritenute, volta per volta, più opportune dall’ente gestore del Fondo Sviluppo.

I frutti della valorizzazione del fondo, gestito direttamente dall'ente costituente, sono vincolati al finanziamento di opere e attività in favore delle comunità terremotate dell'Italia centrale, alla tutela e valorizzazione della natura e dell'ambiente, anche con riguardo alla prevenzione del rischio sismico ed idrogeologico, nonché alla ricerca scientifica.

Istutuito in seguito all'emergenza del sisma che ha flagellato l'Italia centrale (nella foto il Commissario Straordinario Vasco Errani), il Fondo Finanziario Speciale assume il ruolo di investitore istituzionale a supporto delle attività di assistenza, di ricostruzione e della ricerca scientifica.

L'effige del Mercurio adottato nell'emblema del fondo è quello riportato sulla banconota di Stato emessa direttamente dalla Repubblica Italiana (500 lire), a simboleggiare la piena sovranità nazionale sulle risorse stanziate ed impiegate.

Il fondo opera ai sensi dell'art. 100 Decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e 34 ter Regolamento Emittenti.

 

Pubblicato il Rendiconto di esercizio 2018

 

Relazione contabile e integrativa allegata al rendiconto annuale del Fondo Nazionale Sviluppo ex art.2447 bis C.C.

Rendiconto 2018Rendiconto 2018 [905 Kb]